MapMagazine è un mensile cartaceo fondato ed edito da Pier Paolo Mocci, ex giornalista per Il Messaggero di Cultura & Spettacoli. E’ una testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma n.187/2018.

MapMagazine viene distribuito ogni mese in 10 mila copie cartacee tra Roma e Milano in una rete selezionata di teatri, cinema indipendenti, librerie, bistrot, in modo da poter offrire ai partner e agli sponsor investitori un bacino di utenza fortemente in target, amante della cultura e fruitore del tempo libero.

Gli argomenti giornalistici trattati sono Cinema, Serie Tv, Arte, Cultura, Food, Viaggi, Musica e Tempo Libero.

MapMagazine è inoltre monitorato da DataStampa i cui articoli finiscono così all’attenzione di istituzioni e addetti ai lavori, ogni mese, nella consueta rassegna stampa.
Ogni mese MapMagazine viene spedito ad oltre un centinaio di uffici marketing e amministratori delegati di società legate soprattutto all’industria del cinema, della tv e dello spettacolo, su Roma e Milano
MapMagazine è mediapartner di Radio Rock e di numerosi blog, pagine Facebook e siti internet gemellati, al fine di una reciproca operazione divulgativa dei marchi e di amplificazione esponenziale della diffusione.

MapMagazine non riceve finanziamenti statali.

Chi vuole garantirne la sopravvivenza può acquistare spazi pubblicitari o versare un contributo di sottoscrizione (socio sostenitore) o abbonamento, che gli consente di ricevere al proprio domicilio o ufficio due copie mensili della rivista e inviti ad eventi esclusivi legati al giornale e ai suoi partner.

Da Febbraio 2018 main content partner di MapMagazine è Lotus Production, una società di Leone Film Group.

Fiorello : « MapMagazine mi piace. Bravi, continuate così…»

fiorelloIn gergo si chiama “endorsement”, ovvero l’approvazione e la sponsorizzazione di una persona influente verso un’altra persona. Diciamo, per intenderci, quello che Obama fece a Renzi per il Sì al Referendum o – sempre per rimanere in America – l’appoggio ufficiale di Obama per la Clinton. In questo caso il nostro Obama è Rosario Fiorello, lo showman – come ripete spesso il fido Meloccaro – più bravo d’Italia. E’ sa- crosanto, lo è: Fiorello guarda tutti da lontano, abbiamo assistito a due puntate di Edicola Fiore dal vivo e siamo rimasti sbalorditi: circa 40 persone coinvolte nella troupe, tutti grandi professionisti, ospiti sempre di livello e qualche nuova proposta – tra cui noi – verso la quale il generoso Ro- sario regala non un secondo di celebrità ma un pezzetto di autentica stima e fiducia. Un passaggio, il nostro, che ripaga dei tanti sacrifici, una “benedizione”, almeno per quanto ci riguarda, enorme, fantastica e anche necessaria.
Tornando al Fiorello showman, che si rassegnino gli altri aspiranti outsider, Fiore è una chilogalassia lontano dagli altri, e dietro ha fatto il vuoto. Ogni giorno mettere su all’alba un varietà in 20 metri quadri mentre gli avventori dell’Ambassador di Via Flaminia ordinano caffé e cappuccini è una virtù di pochi. Anzi solo sua. A noi solo il fatto che questo Fogliettone che avete

tra le mani gli sia piaciuto, privatamente, a telecamere spente era già tanto, anzi tutto…”. Ma Fiore ha piacevolmente insistito pronunciando una parola magica: “Bravo, ne parliamo, torna domani…”. C’erano circa 6-7 testimoni tra body- guard e autori quando l’Altissimo pronunciò il verbo (è davvero molto alto e bello, simpatico e soprattutto generoso). Il resto è storia.

Il 26 novembre ci ha mandato in onda, per di più in replica tutto il weekend. Felicità! Una botta enorme di fiducia ed entusiasmo per tutti noi, dopo un anno di lavoro a testa bassa. E allora cercate un Fiorello in ogni posto di lavoro, in ogni luogo che frequentate, nelle persone che incontrate.
Un Fiorello è quella fiducia in più per non mollare. Grazie Fiore, che Dio ti protegga!

Un abbraccio forte

Pier Paolo Mocci, direttore di MapMagazine ed editore (NED edizioni) ospite da Fiorello il 26 Novembre 2016 nella trasmissione “Edicola Fiore”, Sky Uno e Tv8. “Di Pier Paolo Mocci ammiro l’intraprendenza, bravo e complimenti”, ha detto Fiorello.