Ottobre 23, 2021
31 visualizzazioni

Ripartono con Nicola Guaglianone gli Aperitivi d’Autore al Salotto Trieste

Domenica 10 ottobre sarà lo sceneggiatore Nicola Guaglianone ad inaugurare la seconda stagione degli Aperitivi d’Autore al Salotto Trieste. Autore tra i più apprezzati e rilevanti del cinema italiano, Guaglianone dal 28 ottobre sarà nelle sale cinematografiche con l’atteso nuovo film diretto da Gabriele Mainetti, Freaks Out (di cui firma soggetto e sceneggiatura). Lo sceneggiatore di Indivisibili e Lo chiamavano Jeeg Robot si racconterà al pubblico ripercorrendo circa 20 anni di carriera, svelando aneddoti, passioni, per analizzare poi il ruolo dello sceneggiatore e della scrittura in ambito cinematografico e audiovisivo (è tra gli autori, tra le tante cose, della serie Vita da Carlo con Carlo Verdone, prossimamente su Amazon Prime).

Per il secondo anno consecutivo, dopo il successo della scorsa edizione, tornano dal 10 ottobre gli Aperitivi d’Autore a cura di Pier Paolo Mocci nell’elegante location del Salotto Trieste, a Roma (Corso Trieste, 146b), dei fratelli David e Daniele Guidi. Un format che propone – ogni domenica pomeriggio alle 17.30 – un incontro culturale con una personalità di spicco della letteratura, del cinema, del giornalismo, dello spettacolo o dell’arte, accompagnato da degustazioni “drink & food” abbinate, all’insegna della cura dell’evento e della qualità dei dettagli.

IL PROGRAMMA DEI PROSSIMI INCONTRI: Domenica 17 ottobre si rimane in ambito cinematografico ma stavolta il punto di vista sarà quello dell’organizzazione e della produzione. Ospite il produttore Giannandrea Pecorelli, insegnante al Centro Sperimentale e produttore di film e serie tv, da Notte prima degli esami diretto da Fausto Brizzi al recente successo Il paradiso delle signore, serie televisiva ispirata a un romanzo di Emile Zola e ambientata in un grande magazzino degli anni 50, tra i titoli di punta delle ultime stagioni Rai. Domenica 24 ottobre la prima presentazione letteraria con un libro carico di emozione, Carolina e Pierluigi Germini sono gli autori di “Raccontami di Rino” (Momo Edizioni), dedicato al compianto Rino Gaetano di cui il produttore discografico Pierluigi Germini è stato grande amico e confidente. Il 31 ottobre sarà la volta della neo-scrittrice Orsola Severini che, per Fandango Libri, ha appena pubblicato “Il consolo”, un romanzo che narra di una storia forte e coraggiosa che l’autrice ha vissuto in prima persona. Il 7 novembre Salotto Trieste torna alla sua vocazione cinematografica invitando uno dei documentaristi più prolifici e premiati del momento, Marco Spagnoli. Il critico e giornalista oggi è, a tutti gli effetti, un regista e autore con decine e decine di titoli, molti dei quali realizzati per importanti broadcaster e produzioni. Tra i suoi docufilm più interessanti le biografie su Cecchi Gori, Sophia Loren, Woody Allen, Federico Fellini e Papa Francesco. Un momento dedicato al calcio quello in programma domenica 14 novembre, ospite il giornalista sportivo Alberto Mandolesi, da oltre 40 anni decano della radiofonia romana, è tra i radiocronisti più amati non solo dalla sponda giallorossa del Tevere. Alberto Mandolesi, per NED Edizioni, è autore del libro “Roma 80”, dieci ritratti di dieci campioni, da Bruno Conti a Falcao con la prefazione dell’ex capitano della Roma, Giuseppe Giannini. Il 21 novembre il cinema incontrerà il cibo con l’esperta Silvia Casini che, per l’occasione, presenterà i suoi due ultimi libri: “50 sfumature di caffè. Segreti, curiosità e ricette sulla bevanda più amata al mondo” (scritto con Raffaella Fenoglio e Francesco Pasqua per Sonda edizioni) e sempre con gli stessi autori (stavolta per edizioni Trenta) “La cucina incantata. Le ricette tratte dai film di Hayao Miyazaki”, in un viaggio affascinante che toccherà le specialità della cucina asiatica gourmet presente nel cinema del maestro dell’animazione giapponese. Domenica 28 novembre il libro freschissimo di stampa scritto da Chiara Lalli e Cecilia Sala, “Polvere” (Mondadori), un docu-libro tra cronaca, giornalismo d’inchiesta, approfondimento e opera di genere crime. “La perizia della scientifica risulta sbagliata: il granello di polvere non è con certezza un residuo di sparo”, scrivono le due autrici nel ricostruire il caso Marta Russo, la povera studentessa uccisa nel maggio del 1997 da un colpo di pistola in un vialetto della città universitaria di Roma. La scena del crimine è particolarmente complessa perché su quel vialetto si affacciano più di cento finestre e passano ogni giorno moltissime persone. L’arma del delitto non si trova, il movente è inspiegabile e l’attenzione mediatica è senza precedenti. Altro debutto nella narrativa quello di Maria Scoglio e Cristina Sivieri Tagliabue, che si rivolgono ad un pubblico giovanissimo (ma con parole semplici si rivela uno strumento efficace anche per i grandi) per raccontare i principi della Costituzione in “Missione Democrazia” (Garzanti), in programma a Salotto Trieste il 12 dicembre. Un evento particolarmente indicato a bambini, genitori e nonni, insieme ad ascoltare le avventurose e intrepide storie di due amici, Sofia e Leone, in un viaggio alla ricerca dei diritti dove incontreranno, vagando tra le stanze sfavillanti del Quirinale e di Palazzo Giustiniani, un’anziana signora che farà loro da mentore e guida: Nilde Iotti. Si rimane nelle stanze della politica e del potere per l’ultimo appuntamento, prima di Natale, domenica 19 dicembre con Roberto Napoletano e il suo “Mario Draghi. Il ritorno del Cavaliere Bianco” (La Nave di Teseo), non una mera biografia sul nostro attuale premier ma il racconto di un modo di fare e un modo di essere: la visione di un illuminato di grande esperienza in ambito internazionale, “capace di ascoltare tutti ma anche di prendere in autonomia decisioni non facili abolendo il politichese dal suo linguaggi”. Il direttore del Quotidiano del Sud, Roberto Napoletano (ex direttore del Messaggero e del Sole 24 Ore), svelerà retroscena e ipotizzerà scenari che dovranno traghettare l’Italia verso una definitiva e prosperosa ripartenza.

Salotto Trieste è un elegante e raffinato caffè-ristorante noto per la sua cucina d’autore a cura dello chef Mario Schiano, situato nel cuore del Trieste-Salario, in un contesto di quartieri adiacenti come Coppedé, Parioli, Nomentano e Pinciano. Gli Aperitivi d’Autore al Salotto Trieste si rivolgono ogni domenica ad un massimo di 30 persone, che partecipano nel grande salotto interno distanziati e nel rispetto delle normative vigenti. Nello spazio esterno, anche se non coinvolti direttamente nell’ora del talk, sono presenti ulteriori zone dove è comunque possibile seguire l’evento con consumazione alla carta. La formula per assistere e partecipare all’evento è 12 euro a persona con drink (a scelta vino, cocktail o bevanda analcolica) più una degustazione food, dolce o salata, preparata espressa dalla cucina. Obbligo di Green Pass e di prenotazione per il numero limitato di posti.

Domenica 10 ottobre sarà lo sceneggiatore Nicola Guaglianone ad inaugurare la seconda stagione degli Aperitivi d’Autore al Salotto Trieste. Autore tra i più apprezzati e rilevanti del cinema italiano, Guaglianone dal 28 ottobre sarà nelle sale cinematografiche con l’atteso nuovo film diretto da Gabriele Mainetti, Freaks Out (di cui firma soggetto e sceneggiatura). Lo sceneggiatore di Indivisibili e Lo chiamavano Jeeg Robot si racconterà al pubblico ripercorrendo circa 20 anni di carriera, svelando aneddoti, passioni, per analizzare poi il ruolo dello sceneggiatore e della scrittura in ambito cinematografico e audiovisivo (è tra gli autori, tra le tante cose, della serie Vita da Carlo con Carlo Verdone, prossimamente su Amazon Prime).

Per il secondo anno consecutivo, dopo il successo della scorsa edizione, tornano dal 10 ottobre gli Aperitivi d’Autore a cura di Pier Paolo Mocci nell’elegante location del Salotto Trieste, a Roma (Corso Trieste, 146b), dei fratelli David e Daniele Guidi. Un format che propone – ogni domenica pomeriggio alle 17.30 – un incontro culturale con una personalità di spicco della letteratura, del cinema, del giornalismo, dello spettacolo o dell’arte, accompagnato da degustazioni “drink & food” abbinate, all’insegna della cura dell’evento e della qualità dei dettagli.

IL PROGRAMMA DEI PROSSIMI INCONTRI: Domenica 17 ottobre si rimane in ambito cinematografico ma stavolta il punto di vista sarà quello dell’organizzazione e della produzione. Ospite il produttore Giannandrea Pecorelli, insegnante al Centro Sperimentale e produttore di film e serie tv, da Notte prima degli esami diretto da Fausto Brizzi al recente successo Il paradiso delle signore, serie televisiva ispirata a un romanzo di Emile Zola e ambientata in un grande magazzino degli anni 50, tra i titoli di punta delle ultime stagioni Rai. Domenica 24 ottobre la prima presentazione letteraria con un libro carico di emozione, Carolina e Pierluigi Germini sono gli autori di “Raccontami di Rino” (Momo Edizioni), dedicato al compianto Rino Gaetano di cui il produttore discografico Pierluigi Germini è stato grande amico e confidente. Il 31 ottobre sarà la volta della neo-scrittrice Orsola Severini che, per Fandango Libri, ha appena pubblicato “Il consolo”, un romanzo che narra di una storia forte e coraggiosa che l’autrice ha vissuto in prima persona. Il 7 novembre Salotto Trieste torna alla sua vocazione cinematografica invitando uno dei documentaristi più prolifici e premiati del momento, Marco Spagnoli. Il critico e giornalista oggi è, a tutti gli effetti, un regista e autore con decine e decine di titoli, molti dei quali realizzati per importanti broadcaster e produzioni. Tra i suoi docufilm più interessanti le biografie su Cecchi Gori, Sophia Loren, Woody Allen, Federico Fellini e Papa Francesco. Un momento dedicato al calcio quello in programma domenica 14 novembre, ospite il giornalista sportivo Alberto Mandolesi, da oltre 40 anni decano della radiofonia romana, è tra i radiocronisti più amati non solo dalla sponda giallorossa del Tevere. Alberto Mandolesi, per NED Edizioni, è autore del libro “Roma 80”, dieci ritratti di dieci campioni, da Bruno Conti a Falcao con la prefazione dell’ex capitano della Roma, Giuseppe Giannini. Il 21 novembre il cinema incontrerà il cibo con l’esperta Silvia Casini che, per l’occasione, presenterà i suoi due ultimi libri: “50 sfumature di caffè. Segreti, curiosità e ricette sulla bevanda più amata al mondo” (scritto con Raffaella Fenoglio e Francesco Pasqua per Sonda edizioni) e sempre con gli stessi autori (stavolta per edizioni Trenta) “La cucina incantata. Le ricette tratte dai film di Hayao Miyazaki”, in un viaggio affascinante che toccherà le specialità della cucina asiatica gourmet presente nel cinema del maestro dell’animazione giapponese. Domenica 28 novembre il libro freschissimo di stampa scritto da Chiara Lalli e Cecilia Sala, “Polvere” (Mondadori), un docu-libro tra cronaca, giornalismo d’inchiesta, approfondimento e opera di genere crime. “La perizia della scientifica risulta sbagliata: il granello di polvere non è con certezza un residuo di sparo”, scrivono le due autrici nel ricostruire il caso Marta Russo, la povera studentessa uccisa nel maggio del 1997 da un colpo di pistola in un vialetto della città universitaria di Roma. La scena del crimine è particolarmente complessa perché su quel vialetto si affacciano più di cento finestre e passano ogni giorno moltissime persone. L’arma del delitto non si trova, il movente è inspiegabile e l’attenzione mediatica è senza precedenti. Altro debutto nella narrativa quello di Maria Scoglio e Cristina Sivieri Tagliabue, che si rivolgono ad un pubblico giovanissimo (ma con parole semplici si rivela uno strumento efficace anche per i grandi) per raccontare i principi della Costituzione in “Missione Democrazia” (Garzanti), in programma a Salotto Trieste il 12 dicembre. Un evento particolarmente indicato a bambini, genitori e nonni, insieme ad ascoltare le avventurose e intrepide storie di due amici, Sofia e Leone, in un viaggio alla ricerca dei diritti dove incontreranno, vagando tra le stanze sfavillanti del Quirinale e di Palazzo Giustiniani, un’anziana signora che farà loro da mentore e guida: Nilde Iotti. Si rimane nelle stanze della politica e del potere per l’ultimo appuntamento, prima di Natale, domenica 19 dicembre con Roberto Napoletano e il suo “Mario Draghi. Il ritorno del Cavaliere Bianco” (La Nave di Teseo), non una mera biografia sul nostro attuale premier ma il racconto di un modo di fare e un modo di essere: la visione di un illuminato di grande esperienza in ambito internazionale, “capace di ascoltare tutti ma anche di prendere in autonomia decisioni non facili abolendo il politichese dal suo linguaggi”. Il direttore del Quotidiano del Sud, Roberto Napoletano (ex direttore del Messaggero e del Sole 24 Ore), svelerà retroscena e ipotizzerà scenari che dovranno traghettare l’Italia verso una definitiva e prosperosa ripartenza.

Salotto Trieste è un elegante e raffinato caffè-ristorante noto per la sua cucina d’autore a cura dello chef Mario Schiano, situato nel cuore del Trieste-Salario, in un contesto di quartieri adiacenti come Coppedé, Parioli, Nomentano e Pinciano. Gli Aperitivi d’Autore al Salotto Trieste si rivolgono ogni domenica ad un massimo di 30 persone, che partecipano nel grande salotto interno distanziati e nel rispetto delle normative vigenti. Nello spazio esterno, anche se non coinvolti direttamente nell’ora del talk, sono presenti ulteriori zone dove è comunque possibile seguire l’evento con consumazione alla carta. La formula per assistere e partecipare all’evento è 12 euro a persona con drink (a scelta vino, cocktail o bevanda analcolica) più una degustazione food, dolce o salata, preparata espressa dalla cucina. Obbligo di Green Pass e di prenotazione per il numero limitato di posti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


REGISTRATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER ESSERE INVITATO AI NOSTRI EVENTI ED ESSERE AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITÀ

Holler Box