28 Marzo, 2020
471 visualizzazioni

Regali di Natale “last minute”, i 52 consigli di MapMagazine

di VALERIA SCAFETTA

Libri, dischi, dvd, videogame, eventi, mostre, luoghi per lo shopping, ristoranti e mercatini. Come e dove passare i giorni delle feste e, soprattutto, cosa regalare. La guida di “Map” ai regali dell’ultima ora, con una selezione di posti da visitare tra Roma, Milano e Napoli

LIBRI
Natale è il momento giusto per prendersi il tempo per leggere un libro, noi tra i tanti vi consigliamo questi.

Errore di sistema (1) di Edward Snowden (Longanesi). L’autobiografia dell’uomo che ha svelato come, lo stato che sembrava “il più libero” è anche pieno di falle. Il racconto del suo lavoro per la verità, pagato da otto anni sulla sua pelle, con l’esilio.

Ho paura torero (2) di Pedro Lemebel (Marcos y Marcos). Una storia d’amore diversa, delicata e frizzante che ha come sfondo, la terribile dittatura di Pinochet. Un libro non nuovo, ma tornato di sconcertante attualità, con gli scontri e le violenze quotidiane che stanno infiammando il Cile.

Diversi (3) di Gianantonio Stella (Solferino). Una vera e propria storia della disabilità, di come si sono creati odiosi stereotipi che resistono ancora oggi. Dalla mostruosità nazista, che si è allenata sui disabili prima di dare forma ai campi di sterminio, ai personaggi insospettabili, genitori di figli disabili fantasma, confinati in istituti per tutta la vita come Arthur Miller e Joseph Kennedy, alla disabilità trasformata in genio dal musicista Michel Petrucciani e dal principe della scienza Stephen Awking.

Odierai il prossimo tuo (4) di Matteo Maria Zuppi con Lorenzo Fazzini (Edizioni Piemme). Uomo di fede, protagonista della realtà, il Cardinale Matteo Zuppi affronta la questione dell’odio come sentimento che disumanizza e condanna alla solitudine. Tessendo una riflessione in dialogo con scrittori, filosofi e teologi, attingendo a vicende storiche ed esperienze personali, si interroga sulle paure che alimentano ostilità e intolleranze. L’antidoto proposto, anche per i non credenti e i fedeli di altre religioni, è la fraternità.

Liliana Segre Il mare nero dell’indifferenza (5) a cura di Giuseppe Civati (People). La testimonianza di Liliana Segre e il suo messaggio politico in un saggio che si rivolge principalmente alle ragazze e ai ragazzi, suoi “nipoti ideali”, perché non si perdano mai i diritti e il rispetto per le persone.
Future: il domani narrato dalle voci di oggi a cura di Igiaba Scego (Effequ). Undici autrici afroitaliane raccontano di futuro, generazioni e radici. Un’antologia alla ricerca di una nuova lingua, di nuove idee, di prospettive forti, differenti e inesplorate. Parte dall’Italia, e guarda altrove per marcare un passo verso il domani, narrandolo, inventandolo, osservando il presente e il passato.

Silvia, diario di un rapimento (6) di Angelo Ferrari (People). è passato più di un anno dal rapimento della giovane cooperante italiana Silvia Romano, in Kenya. Angelo Ferrari ripercorre le indagini e offre un’opportunità per mantenere viva l’attenzione e non dimenticarla.

Tana beles (7) di Ettore Gobbato (Radici Future). Curioso e intrigante, a metà strada tra un giallo e una spy story, il secondo romanzo di Ettore Gobbato giornalista, impegnato in progetti di cooperazione per il Ministero Affari Esteri e le ONG, ha come insoliti protagonisti i diplomatici italiani. Il mistero si sviluppa intorno al rapimento di due tecnici di una ditta, impiegata nella costruzione di una diga vicino al lago Tana in Etiopia. Si riuscirà a sbrogliare l’intrigo?

Assassinio a Villa Borghese (8) di Walter Veltroni (Marsilio). E’ ambientato invece nel grande polmone verde di Roma, l’esordio nel giallo dell’ex sindaco ora scrittore e regista. è qui che verrà aperto un commissariato tra dubbi e ironie sull’utilità, in cui saranno chiamati a lavorare improbabili agenti in disgrazia. Troveranno il loro riscatto nel risolvere un omicidio commesso proprio nell’apparente pace e calma della Villa?

Chi ha ucciso Emanuele Notarbartolo? (9) di Enzo Ciconte (Salerno Editrice). Tra saggio storico e giallo giudiziario è la ricostruzione che Enzo Ciconte fa del primo omicidio politico di mafia. Nella Sicilia del 1893, di notte, su un treno viene ucciso Emanuele Notarbartolo, ex direttore del Banco di Sicilia ed ex sindaco di Palermo. Dalla lettura di documenti d’archivio inediti, risvolti poco noti, misfatti, depistaggi, si ripercorrono le indagini e i processi attraverso la ricostruzione del clima e del contesto politico di una Italia che, per certi aspetti, non appare cosí diversa da quella di oggi.

Un dolore così dolce (10) di David Nicholls (Neri Pozza). Dall’autore di Un giorno, nonché sceneggiatore della serie Patrick Melrose, il racconto del primo amore di un adolescente britannico degli anni 90. Per chi non si decide a crescere.

Nellie Bly (11) di Luciana Cimino e Sergio Algozzino (Tunuè). Graphic novel che racconta la vera storia di Nellie Bly, la prima giornalista di inchiesta americana, diventata icona, letta tramite il confronto con una giovane che vuole intraprendere la stessa carriera.

Tutti giù per aria (12) di Rosella Postorino (Salani). Il primo romanzo per bambini della vincitrice del Premio Campiello. Le avventure della piccola Tina che scoprirà, in un mondo di meraviglie, tra personaggi stravaganti, come difetti e limiti esistano per tutti e si superino grazie all’aiuto degli altri.

Mi racconti una storia? (13) di Giancarlo Chirico (Meltemi editore). Vale ancora la pena di raccontare fiabe ai propri figli? Tra favola e filosofia, il libro scritto da uno dei massimi esperti di divulgazione per l’infanzia, tenta di dare una risposta a questo interrogativo.

MUSICA
Grandi classici e novità per un Natale ricco anche di musica, con un disco (cd o vinile) che sotto l’albero fa sempre la sua figura.

MTV Unplugged (14) in New York dei Nirvana. Per il 25° anniversario, lo storico album dei Nirvana è stato ristampato su vinile in edizione deluxe. Un doveroso tributo da non farsi sfuggire.

Western Star (15) di Bruce Springsteen. Versione doppia con album originale e colonna sonora del film evento del Boss, in sala dal 2 dicembre. La musica di Springsteen portata in nuovi luoghi, prendendo ispirazione dai dischi di musica pop della California del Sud degli anni a cavallo tra 60 e 70.

Thanks for the Dance (16) di Leonard Cohen. Album postumo di inediti, realizzato dal figlio Adam in collaborazione con illustri amici e colleghi che hanno lavorato con Cohen padre. Non una raccolta commemorativa, ma nuove canzoni, vitali, la reale continuazione del lavoro del maestro.

Everyday Life (17) dei Coldplay. L’ottavo album registrato in studio dalla band. Uscito a distanza di circa quattro anni dal precedente “A Head Full of Dreams”, è diviso in due parti intitolate Sunrise e Sunset, entrambe contenenti otto brani.

Hyperspace (18) di Beck. Ci sarà anche Chris Martin tra i duetti del quattordicesimo album del cantautore statunitense, disco con il maggior numero di collaborazioni, ideale seguito di “Colors” del 2017.

The Christmas Present (19) di Robbie Williams. Il primo album di Natale del cantante britannico, in digitale e in vinile. Doppio cd che gioca sul significato del titolo “Present”: come tempo e come regalo. Il primo è Christmas Past, l’altro Christmas Future.

Microchip temporale (20) dei Subsonica. L’album che festeggia i vent’anni di “Microchip emozionale”. I Subsonica ripropongono i brani che hanno fatto l’adolescenza di molti, suonandoli insieme ad amici vecchi e nuovi, tra gli altri Elisa, Achille Lauro, Nitro, Coez, Miss Keyta, Willie Peyote, Ensi, Motta, Stato Sociale.

Tradizione e Tradimento (21) di Niccolò Fabi. Presentato live in tour nei teatri, l’album è composto da 9 canzoni, disponibile in cd, vinile e digitale è stato anticipato dal brano Io sono l’altro.

La vita veramente (22) di Fulminacci. L’album d’esordio dal cantautore romano, vincitore della Targa Tenco 2019 per l’opera prima. Il disco è stata anticipato dalle title track, Borghese in borghese e Una sera.

VIDEOGAME
Play Station 4 o Nintendo Switch, da soli, con gli amici, o con tutta la famiglia: a Natale si può regalare e ci si può anche sfidare con un videogioco. Ne abbiamo scelti alcuni per voi con l’aiuto di Davide e Giacomo di “Game Up”, lo store di via Nino Bixio a Pesaro.

Death Stranding (23). Mai visto prima d’ora come modello di game play. Animato da attori veri, proietta in una sfida unica, ambientata nell’America del futuro, dopo esplosioni apocalittiche.

Jedi (24). Per continuare a vivere nella Play le atmosfere di Star Wars.

Concrete Genie (25). Vittima di bullismo si rifugia nei disegni che lo aiuteranno a superare ostacoli e difficoltà.

Overcooked (26). Tutta la famiglia può giocare insieme per gestire la cucina di un ristorante. Ricette incluse.

Luigi’s Mansion 3 (27), Pokemon Spada (28) e Zelda link’s Awakening (29) sono le novità che non possono mancare per i possessori di Nintendo Switch.

DVD / CINEMA
Bohemian Rapsody (30). Diretto da Bryan Singer. è stato il caso cinematografico dello scorso anno e ancora continua a emozionare, a dividere, a far parlare di sé. Per chi l’avesse perso, ecco una buona occasione per recuperarlo.
C’era una volta a Hollywood (31). Diretto da Quentin Tarantino. Una commistione di generi per quello che viene considerato un grande omaggio al cinema americano dell’epoca d’oro, con Leonardo Di Caprio, Brad Pitt e la nuova stella Margot Robbie nei panni della vera Sharon Tate. Il cofanetto da regalo è davvero prezioso e contiene i racconti della (finta) star Rick Dalton, protagonista del film.
Fast & Furious – Hobbs & Shaw (32). Diretto da David Leitch. Contiene oltre 80 minuti di contenuti speciali esclusivi ed inediti, tra cui un inizio alternativo del film, scene eliminate ed estese e diverse pillole dal dietro le quinte in compagnia del cast capitanato da Dwayne Johnson e Jason Statham.

 

ROMA

GIOIELLI
Giansanti (33) Nella storica sede di Via Livorno 21 Roberto Giansanti vi guiderà nella scelta di oggetti d’arredo, creazioni artigianali, un anello o una collana. Il Natale e poi San Valentino rappresentano le occasioni giuste per un regalo di classe e raffinato.

EVENTI E MOSTRE
Canova eterna bellezza – Museo di Roma (34). Una mostra-evento incentrata sul legame tra Antonio Canova e la città di Roma. Oltre 170 opere e prestigiosi “prestiti” da importanti musei e collezioni italiane e straniere, incorniciate all’interno di un allestimento di grande impatto visivo, animano le sale di Palazzo Braschi. Attraverso ricercate soluzioni illuminotecniche, lungo il percorso espositivo è rievocata la calda atmosfera a lume di torcia con cui l’artista, a fine 700, mostrava le proprie opere agli ospiti, di notte, nell’atelier di via delle Colonnette.
Santorini e Pompei – Scuderie del Quirinale (35). La furia dei vulcani non è mai uguale a se stessa e non lascia mai dietro di sé tracce simili. Nel confronto di queste due catastrofi, c’è veramente molto da imparare.
Girografando di Stefano Esposito – Le Tartarughe Eat e Drink (36). È un giro del mondo per immagini, in gran parte stampe uniche da diapositiva, in cui Esposito, attraverso i temi cari del ritratto, dell’architettura e del paesaggio conduce alla sua visione intima e discreta di osservatore attento e curioso, giocando con luci, colori e contrasti (piazza Mattei).
Mary Poppins Il musical – Teatro Sistina (37). La bambinaia più famosa del mondo prende vita e si fa vera davanti agli occhi degli spettatori. Per chi ama sognare, un’occasione da non perdere.

 

MILANO

di PAOLA GIORGIO

I mercatini a Milano si sono moltiplicati negli anni, ma il più suggestivo è il Villaggio della Meraviglia (38), a Porta Venezia. Fino al 6 gennaio, all’interno dei magnifici giardini Indro Montanelli, si può girare tra le casette degli espositori per scovare oggetti di artigianato, sciarpe e giocattoli. Per proseguire nella ricerca di regali originali e convenienti, si può passeggiare tra le vetrine di Via Torino (39) e in Corso Buenos Aires (40). Salendo molto di prezzo, tra i brand dell’alta moda, per emozionarsi tra le luci e le decorazioni uniche, si deve fare un giro nella Rinascente di Piazza Duomo (41), gustando un aperitivo o sedendosi a mangiare in uno dei diversi ristoranti presenti con vista spettacolare sulla città. Il Panettone non può mancare sulla tavola di un milanese, ma va acquistato da chi è anche solo di passaggio a Milano. Tra i migliori, quello di Cova (42), la pasticceria in via Sant’Andrea che offre l’occasione anche per sbirciare nel lusso di Via Montenapoleone (43). Non troppo distante, ma completamente diverso, in via Ausonio c’è il micro forno Le Polveri (44), aperto da poco dalla giovanissima Aurora, dove si possono acquistare biscotti, pizza e pane con diversi tipi di farina. Tornando alla tradizione, a Porta Garibaldi, per pane e panettone, c’è Princi (45) e non si può non fare un salto da Peck (46), il tempio della gastronomia in via Spadari.

NAPOLI

di ROSARIA GUARRACINO

Napoli è sempre e comunque tradizione. Per la cena della vigilia, è d’obbligo il pesce, da acquistare nei mercati: i due più famosi sono quello della Pignasecca (47) e quello detto “‘Ncopp e mmura” (48) nella zona di piazza Nolana. Il pesce va declinato in mille forme, dall’antipasto alla frittura, dove non possono mancare baccalà e capitone. Una ricetta tipica è la pizza di scarola che, per tradizione, a Natale è fatta con la pasta frolla dolce. In Via dei Tribunali, da Sorbillo (49) ad Attanasio (50), si può gustare, passeggiando e alternando con altri tipi di pizza fritta o a portafoglio, che non seguono stagioni. Per i regali, in genere, si vaga per i mercati artigianali, cercando prodotti realmente fatti a mano. Un pensiero originale è Qualcosadite (51), un piccolo negozio che vende tutto per fare il tè, con decine e decine di miscele di foglie. È a via San Biagio dei Librai, luogo del cuore, dove perdersi alla ricerca della bottega particolare. Spettacolo tipico delle feste è la Cantata dei Pastori, dal 18 al 29 dicembre al Teatro Politeama (52) tutti i giorni alle 21, la domenica alle 18. Anche se, in genere, Natale si riempie di spettacoli ovunque, nelle piazze e nelle decine di teatri aperti che si vestono di luci per far compagnia ai napoletani e a chi viene da fuori.

©MAPMAGAZINE NED EDIZIONI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


REGISTRATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER ESSERE INVITATO AI NOSTRI EVENTI ED ESSERE AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITÀ


Holler Box