20 Febbraio, 2020
300 visualizzazioni

La Statale Jonica “106” ora è un film realizzato da studenti delle superiori

di MARIANNA LO. SORRENTINO

Si intitola “Statale 106” il film realizzato dagli studenti dell’I.T.T. Malafarina” di Soverato (Cz) vincitori – tra mille scuole italiane partecipanti – del bando previsto dal “Piano Nazionale Cinema per la Scuola”

I 490 km che camminano lungo la costa est fino a Taranto, conosciuti come “la strada della morte” per i continui incidenti causati da una pessima viabilità e mancata manutenzione, sono diventati un soggetto vincente per mostrare come le nuove generazioni si approccino alle difficoltà della realtà quotidiana nella quale vivono. Un lavoro di squadra formativo, interattivo e di arricchimento reciproco, che ha visto insieme i ragazzi dell’I.T.T. Malafarina di Soverato (Cz) con i professori e alcuni professionisti dell’audiovisivo guidati dal regista Enrico Ventrice che ha dato vita a Statale 106 il film presentato nei giorni scorsi al Senato. Al filmaker e producer soveratese Enrico Ventrice, con alle spalle numerosi documentari di forte impegno sociale, è stata affidata la “traduzione”, in veste cinematografica, della denuncia critica e dell’appello politico degli studenti. Lo ha fatto, riportando il frutto delle loro ricerche e osservazioni in maniera libera da condizionamenti, attraverso un soggetto che va dritto alla questione, senza fronzoli.

Interessante è il contributo artistico nel film dell’attore Francesco Gallelli con la sua opera teatrale “Spartacu Strit Viù”. Un originale racconto drammaturgico senza personaggi, incalzante e arrabbiato come era Franco Nisticò, politico locale, al quale si è ispirato. Non a caso, soprannominato “Spartaco”, era soprattutto un idealista e un sognatore, che ha speso la sua vita per battersi davvero per i diritti e per trainare i suoi conterranei da troppo tempo rassegnati. Ne raccolgono l’eredità i ragazzi del Malafarina di Soverato che mirano a dimostrare come la Statale 106 sia una strada pericolosamente appartenente a tutti, oltre ad essere un’arteria statale essenziale per il trasporto pesante e la viabilità ordinaria, che diventa anche il corso del paese, il ponte della ferrovia, il bivio per il mare, la fermata dell’autobus.

Ad un pubblico ancora più vasto sarà rivolto il film, realizzato, grazie ai fondi stanziati dal Piano Nazionale Cinema per la Scuola (www.cinemaperlascuola.it) che, d’intesa col MIUR e MIBACT, prevede l’erogazione di oltre 37 milioni a sostegno della didattica del cinema all’interno dei percorsi educativi. Più del racconto di una parte del paese, Statale 106 il film, rappresenta quindi la reale dimostrazione di come l’arte, la cultura e la determinazione, possano creare opportunità anche laddove il luogo comune vorrebbe vigesse solo il silenzio e la rassegnazione. Prossimamente nei cinema e disponibile in proiezioni evento (www.statale106ilfilm.it).

©MAPMAGAZINE NED EDIZIONI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


REGISTRATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER ESSERE INVITATO AI NOSTRI EVENTI ED ESSERE AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITÀ


Holler Box